8 marzo: la marcia si conclude a Madrid

8 MARZO: IL 2 ° MARZO MONDIALE PER LA PACE E LA NOVIOLENZA CONCLUDE IL SUO PERCORSO A MADRID

Dopo 159 giorni in giro per il pianeta con attività in 51 paesi e 122 città, saltando sopra difficoltà e incidenti multipli, il Team Base del 2ª World March Ha concluso il suo tour a Madrid l'8 marzo, data scelta come omaggio e spettacolo di sostegno alla lotta delle donne. Quell'arrivo è stato celebrato attraverso diversi eventi tra il 7 e l'8 marzo.

Sabato 7 marzo: da Vallecas a Retiro

Mattina al Centro culturale del Pozo nel quartiere di Vallecas, a concerto di gemellaggio tra Scuola di Núñez de Arenas, l'orchestra Pequeñas Huellas (Torino) e l'Ateneo culturale Manises (Valencia); un centinaio di ragazzi e ragazze hanno eseguito vari brani musicali e alcune canzoni rap.

Davanti a un pubblico devoto di familiari e amici, e con immagini di sfondo di simboli umani di Pace e Nonviolenza, Rafael de la Rubia ha preso la parola, ricordando che il primo simbolo umano era stato realizzato proprio alla scuola Núñez de Arenas e che il il gemellaggio è nato dai preparativi della Marcia Mondiale; Ha commentato che nel corso di esso aveva anche trovato ragazzi in vari luoghi che usavano il rap come forma di espressione musicale per connettersi con i giovani. Quindi, ha incoraggiato gli adulti a prestare attenzione a quei giovani che stanno indicando la strada con nuovi valori, come la cura dell'ambiente e la solidarietà reciproca.

Nel pomeriggio si è svolta la cerimonia di chiusura “ufficiale” della Marcia Auditorium della Casa araba vicino al Parco del Retiro. I partecipanti hanno potuto consultare nell'atrio vari materiali offerti alla squadra di base durante il mese di marzo, come una valigia di libri con disegni di giovani emigranti che arrivavano a Roma da diversi paesi dell'Africa, attraversando il Mediterraneo.

Dopo alcune parole di ringraziamento alla Casa Árabe, Martina S. ha dato il benvenuto ai presenti, alcuni provenienti da India (Deepak V.), Colombia (Cecilia U.), Cile (Lílian A.), Francia (Chaya M. e Denis M.) Italia (Alessandro C., Diego M. e Monica B.), Germania (Sandro C.), includendo anche virtualmente amici che non potevano essere fisicamente dovuti a visti o problemi di salute seguiti alla sessione in streaming . Rafael de la Rubia ha prima esaminato come è emerso questo 2 ° MM e le sue sfumature rispetto al primo e ha ricordato i suoi assi tematici.

Successivamente, i rappresentanti dei paesi dei cinque continenti hanno tenuto un resoconto degli eventi più importanti che hanno avuto luogo durante e intorno alla marcia. Il tutto è stato integrato da commenti, aneddoti, proiezioni di immagini e inserimento di messaggi video da vari paesi, risultando in una gamma multicolore di attività svolte sia da attivisti che da innumerevoli gruppi e istituzioni.

Infine, sono state menzionate alcune delle azioni e dei progetti, che con diversi gradi di precisione erano sorti durante il viaggio:

  • Gemellaggi tra centri educativi. Scuole e università.
  • Edizione di libri di marzo: a) Libro illustrato della casa editrice Saure con blocchi tematici del MM; b) Libro del 2 ° MM, compilando ciò che è stato fatto ec) Gioco dell'Oca del MM
  • Dichiarazioni di interesse comunale o di interesse culturale per il MM a livello comunale e regionale.
  • campagna "Mediterraneo, mare di pace" dichiarando città come Ambasciate di pace. Prossima azione nel mare Adriatico.
  • Senegal (Thiès): Forum "Africa verso la nonviolenza"
  • Marcia latinoamericana per la nonviolenza2021 a San José, Costa Rica, dove convergeranno due rotte dal nord e dal sud del continente.
  • Conferenza "Donne imprenditoriali " in Argentina (Tucumán)
  • campagna "Attiviamo la Pace "In Nepal / India / Pakistan
  • Intervento al vertice del Premio Nobel per la pace (Premio Nobel per la pace)in Corea del Sud (Seoul).
  • Partecipazione alla conferenza sul disarmo nucleare di International Peace Bureau e possibile incontro con Guterres, segretario generale delle Nazioni Unite negli Stati Uniti. (New-York)
  • Proposta del festival per celebrare la ratifica del TPAN in Giappone (Hiroshima).
  • Osservatori per la nonviolenza a Curitiba e Comitati permanenti sulla nonviolenza… in Brasile.

L'evento si è concluso con un cenno alla situazione ambientale, invitando tutti a sensibilizzarsi e contaminarsi con il virus della nonviolenza.

Domenica 8 marzo: Puerta del Sol, Km. 0 e simbolo umano

Dalle 11:00 uno strano balletto ha avuto luogo a Puerta del Sol di fronte al Km.0 attirare l'attenzione dei passanti. Il team promotore di Madrid con alcuni altri amici, arrivati ​​il ​​giorno prima da Bruxelles e Tangeri, stava installando l'attrezzatura musicale ed esponendo striscioni mentre il simbolo della nonviolenza veniva disegnato per terra. È stato creato un cerchio attorno al quale gli spettatori hanno iniziato a girare. Marian, da "Donne che camminano per la pace“, Ha richiamato l'attenzione sul ritmo del tamburo sul significato di quell'evento quel giorno e ha dato la parola a Rafael de la Rubia: "… Dopo 159 giorni chiudiamo qui questa 2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza.

Durante questo periodo, il WM ha svolto attività in 50 paesi e più di 200 città e ha avuto una squadra di base, di cui sono presenti diversi, con la quale il pianeta è stato aggirato ... Questa marcia è ispirata ai padri della nonviolenza che ci hanno preceduto, che abbiamo onorato lungo il cammino: M. Gandhi nel Sevagram Ashram (India) e Silo nel Parque Punta de Vacas (Argentina), tra gli altri ... ". Dopo aver ringraziato i partecipanti, ha invitato tutti a partecipare al progetto del ¡¡¡3 marzo !!! Tra 5 anni, nel 2024.

Encarna S. a cura del Associazione delle donne umaniste per la nonviolenza, ha presentato una richiesta a favore del ruolo delle donne per un mondo non violento.  "Questa è l'ora in cui le donne si alzano, proprietarie della nostra essenza e impegnate nella vita. Dichiariamo che la vita è minacciata, che l'umanità è minacciata e ci impegniamo per la sua protezione. A partire da oggi invitiamo un impegno per la protezione della vita, stringendo legami, creando reti: reti di solidarietà, cura, reti umane dal femminile. In modo che possiamo riguadagnare il senso della specie, il record che tutte le persone sono una "

A seguito di una coreografia precedentemente prescritta, due gruppi sono entrati in fila su due pali e si sono mossi lungo le linee tracciate a terra fino a porre il simbolo della Nonviolenza. Al segnale concordato, le carte bianche e viola sono state sollevate, a significare come dal centro viola le donne diffondessero la nonviolenza in bianco. Le immagini sono state registrate dall'alto per avere un ricordo dell'evento. Dopo aver lasciato il cerchio, i partecipanti hanno condiviso la gioia con il resto del pubblico.

Più tardi, la marcia di marzo si è formalmente chiusa dopo 148 mila chilometri. girando intorno al pianeta nello stesso Km.0 da dove era partito 159 giorni fa.

Nel pomeriggio le attiviste del 2 ° MM hanno partecipato alla manifestazione femminista 8M congiunta.

Sono stati due giorni pieni e intensi di risate condivise tra persone di diversi paesi e culture, pronti a continuare a collaborare in futuro. Prova di ciò è che il giorno successivo si stava già svolgendo in incontri informali per articolare i progetti del Marcia latinoamericana per la nonviolenza e la campagna Mar Mediterraneo della Pace ...


di scrittura:  Martine SICARD dal mondo senza guerre e senza violenza
Fotografie: Pepi e Juan-Carlos e, Deepak, Saida, Vanessa, ...

Lascia un commento