Organizzazioni ICAN nella Peace Boat

Le organizzazioni dell'ICAN si incontrano alla Peace Boat di Barcellona

In occasione dell'arrivo della Peace Boat a Barcellona, ​​martedì scorso, novembre 5, varie organizzazioni dell'ICAN si sono incontrate in un evento che ha riunito varie iniziative e proposte relative alla pace mondiale.

La Peace Boat, la Peace Boat giapponese, è parte attiva della campagna ICAN (Campagna internazionale per l'abolizione delle armi nucleari).

Mira a creare una consapevolezza della Pace, nel suo viaggio intorno al mondo, promuovendo i diritti umani, il rispetto per l'ambiente e pubblicizzando le conseguenze delle bombe di Hiroshima e Nagasaki.

Questa campagna è composta da una coalizione di organizzazioni non governative della società civile internazionale che promuovono l'aderenza e la piena attuazione del TPAN (Trattato sul divieto di armi nucleari).

È stato proiettato il documentario "L'inizio della fine delle armi nucleari"

È stato proiettato il documentario "L'inizio della fine delle armi nucleari".

Il documentario, diretto da Álvaro Orús e prodotto da Tony Robinson, condirettore di Pressenza.

Spiega la storia delle armi nucleari, le loro conseguenze e vuole sensibilizzare e sensibilizzare alla necessità di sradicarle.

Prima della trasmissione del film, la direttrice della crociera Maria Yosida ha dato il benvenuto ai partecipanti, ha spiegato gli obiettivi della Peace Boat e della campagna ICAN.

L'Hibakusha, Noriko Sakashita, ha dato il via alla recitazione recitando una poesia “Life this morning”, accompagnata dal violoncello di Miguel López, che suona il “Cant dels Ocells” di Pau Casals, che ha sintonizzato il pubblico in un'atmosfera emotiva .

Dopo il documentario, gli interventi

Dopo il documentario, gli interventi sono stati dati:

  • David Llistar, direttore della Giustizia globale e della cooperazione internazionale del Consiglio comunale di Barcellona, ​​in rappresentanza del suo dipartimento e del sindaco di Barcellona, ​​Ada Colau.
  • Tica Font, del Centre Delàs d'Estudis per la Pau.
  • Carme Sunyé, vicepresidente di Fundipau.
  • Alessandro Capuzzo Rappresentante MSG su Bamboo (nave allegata alla 2a Marcia Mondiale che solca il Mediterraneo con la Campagna: "Mediterraneo, mare di pace e senza armi nucleari").
  • Rafael de la Rubia, coordinatore dell'2a MM e fondatore di World senza guerre e senza violenza.
  • Sindaco di Federico Saragozza, presidente della Fondazione Cultura della Pace ed ex direttore generale dell'UNESCO (via video).

Abbiamo anche l'assistenza di Pedro Arrojo, ex deputato di Podemos, come uno dei protagonisti coinvolti nel documentario.

Josep Mayoral, sindaco di Granollers e vicepresidente dei sindaci per la pace in Spagna, ha scusato la sua assistenza.

Al termine dell'evento sono state aggiornate le informazioni sulla 2a Marcia Mondiale per la Pace e la Nonviolenza, iniziata il 2 ottobre a Madrid, che ha già viaggiato in alcuni Paesi africani ed è in viaggio verso l'America. Continuerà il suo tour in Asia ed Europa, che terminerà l'8 marzo.


Apprezziamo la stesura di questo articolo a Pressenza International Press Agency, scrivendo a Barcellona

Lascia un commento