Altre Marche

2 ° marzo mondiale 2018-2019

Marcia sudamericana 2018

Da 16 da settembre a 13 da ottobre

La È in programma la marcia per la pace e la nonviolenza (SM) sudamericano più di 11.500 chilometri in 28 giorni per VenezuelaColombiaEcuadorPerùBolivia, Suriname, Brasile, Argentina Cile.

L'azione è stata promossa da attiviste donne dell'organizzazione "Mondo senza guerre e violenze"Capitolo Ecuador che hanno partecipato alla Marcia centroamericana di 2017 come osservatori internazionali.

Quel piccolo gruppo si stava connettendo con attivisti di altre città del BogotáLimeSantiagoSucreCordovaSao Paulo e poco a poco si è formata una rete, non senza difficoltà, e un percorso, eventi, conversazioni e anche un gruppo di partecipanti all'interno del squadra di base questo renderebbe l'intero viaggio. Successivamente, si sono uniti attivisti più umanisti, ambientalisti, pacifisti e nonviolenti, nonché organizzazioni, università, scuole, comuni e collettivi di diversi paesi che, insieme, hanno reso possibile il marzo.

Sessanta attivisti da Corridoio del Pacifico, tra coloro che hanno marciato con quattro colombiani che hanno compiuto il viaggio completo, si sono uniti a Santiago del Cile con quelli che provenivano da Corridoio atlantico in quella che fu la fase finale di una Marcia che percorse quarantatré località, tra città e comuni, dove furono sviluppati numerosi eventi per promuovere la pace e la nonviolenza.

Marzo centroamericano 2017

Da 10 da settembre a 16 da settembre

I protagonisti del 1ª Marcia centroamericana americana per la pace e la nonviolenza (MC) riHanno corso per 3.400 chilometri in giorni 7.

Sono state numerose marce, manifestazioni, dibattiti, eventi culturali e feste che sono state fatte in luoghi 10, tra città e comuni in Honduras (Pena Blanca, San Pedro Sula e San Lorenzo), Guatemala (Città e Mixco), El Salvador (Sonsonate, San Salvador e San Miguel), Nicaragua (Confini), Panama e Costa Rica (San José e Heredia).

I manifestanti erano un gruppo di attivisti 74, per lo più giovani studenti, ma anche persone anziane, compresi alcuni bambini. Durante il tour sono stati accompagnati da attivisti ecuadoriani come osservatori internazionali.

Una delegazione di costaricani ha ricevuto alla frontiera di Peñas Blancas MC proveniente da Nicaragua. Ore dopo 1ª MC per Nonviolenza e Pace arrivato nella capitale, San José Nel Campus Omar Dengo dell' Università Nazionale della Costa Rica (UNA), sono stati ricevuti da centinaia di studenti, attivisti e autorità accademiche con il Medico Rettore Alberto Salom alla testa.

Il suo arrivo ha aperto il Foro e Giorni universitari "Visibilizing Nonviolence and Peace" che si è svolto nei 2 giorni successivi, 14 e 15 settembre 2017. È stato il culmine di un grande impegno del gruppo arrivato quasi stremato, soprattutto per le difficoltà incontrate in dogana e valichi di frontiera, con interminabili revisioni e lunghi periodi di tempo. attesa, che in molti casi ha portato a un ritardo nelle azioni programmate. È stato confermato che alcuni governi della regione rendono difficile per le persone muoversi liberamente.

L'azione è stata promossa dall'organizzazione "Mondo senza guerre e senza violenza" Capitolo dell'America Centrale e contava sulla collaborazione di diverse università, istituzioni e collettivi.

1ª 2009 World March