Attività della marcia a Santoña, Santander

Questo 17 di novembre, nel contesto della 2 World March, è stata fatta una marcia dalla prigione di El Dueso al Santuario del Ben Apparso

Marcia per la pace e la non violenza dei detenuti e alcuni funzionari

Il "Programma di impegno sociale"Dalla prigione di"L'osso"In Santoña - Cantobria -, mira alla partecipazione attiva di tutti i detenuti in grado di sviluppare il loro ragionamento socio-morale; in grado di capire che la riunione con la società e i suoi cittadini è raggiunta al meglio attraverso la realizzazione di attività prosociali e umanitarie.

Questi atteggiamenti generano forte coesione e autostima tra i detenuti per i servizi prestati, scoprendo valori che potrebbero non sapere di possedere.

10 anni fa, durante la 1 World March for Peace and Nonviolence, Enrique Collado ha tenuto un discorso nella nostra prigione e quest'anno, 17 di novembre, abbiamo camminato simbolicamente un gruppo di detenuti e funzionari su 20 km dal centro prigione al Santuario della Ben Apparso -Patrona de Cantabria- per aderire allo spirito e al sentimento della 2 World March for Peace and Nonviolence.

Allo stesso modo, dopo il pasto abbiamo avuto una riflessione diretta da Enrique sulla nonviolenza e un colloquio interessante.

Presentazione della marcia a Santoña

Pochi giorni prima, lo 14 di novembre si era tenuto, anche a Santoña, promosso dall'associazione Estela e dal messaggio Silo, la presentazione della 2 World March. La fotografia di intestazione appartiene a questo evento che si è tenuto nella biblioteca comunale di questa città.


Ringraziamo l'amico ufficiale che ci ha invitato all'evento e ha realizzato il testo relativo alla marcia.
Ringraziamo anche i funzionari e i detenuti del carcere "El Dueso" per aver tenuto la loro "Marcia", che indubbiamente li mette sulla strada della trasformazione personale di cui tutti abbiamo bisogno per costruire il nuovo mondo, nella solidarietà e nella non violenza grazie a ciò che noi tutti aspirano a, basandosi sul rispetto per noi stessi, gli altri e la natura.

Lascia un commento