Lettera in solidarietà con il popolo colombiano

LETTERA APERTA IN SOLIDARIETÀ CON IL POPOLO COLOMBIANO

Lunedì 10 maggio 2021.

Visti gli ultimi eventi di violenza, repressione e abuso di potere, di cui i manifestanti del Sciopero nazionale colombiano, dichiariamo fortemente:

Il nostro sostegno al popolo colombiano che si oppone alla riforma fiscale, così come ad altre politiche neoliberiste a favore delle grandi aziende, che continuano ad aumentare le disuguaglianze tra le classi ea sua volta, riducendo chi ha di meno, la possibilità di accedere all'assistenza sanitaria e all'istruzione di qualità .

Aggiungiamo al nostro oltraggio la richiesta che i responsabili di qualsiasi forma di violenza della polizia usata contro i manifestanti, i quali, nel loro meritato diritto di espressione, protestano pacificamente, siano indagati e perseguiti.

Non c'è motivo per giustificare la repressione della protesta popolare, e ancor meno il ricorso a forze armate addestrate militarmente, come la "Squadra mobile antisommossa" indagata, che ha cause aperte per apparenti omicidi, sparizioni e violazioni della popolazione civile.

Esortiamo le organizzazioni internazionali per i diritti umani, la Corte interamericana dei diritti umani (IACHR), l'Organizzazione degli Stati americani (OAS) e in particolare la riattivazione della Comunità degli Stati latinoamericani e caraibici (CELAC), che dal 2014 ha dichiarato a la regione, come zona di pace, affinché intervengano i loro buoni uffici e intercedano presso il governo colombiano, comprendendo che la pace che promuovono non è solo la pace tra i loro Stati membri, ma deve anche esistere da parte loro l'impegno a promuovere all'interno ogni paese il diritto umano alla pace, il diritto alla protesta, la libertà di espressione e la riduzione della militarizzazione della polizia, al fine di aumentare il benessere sociale, la qualità della vita e la giustizia sociale.

Esortiamo inoltre i paesi garanti e partner dell'accordo di pace con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia; Cuba, Norvegia, Venezuela e Cile, nonché le Corti internazionali di giustizia, chiedono al presidente Iván Duque di attuare l'accordo di pace firmato dal governo di Juan Manuel Santos con le Forze armate rivoluzionarie della Colombia nel 2016.

Per fermare l'impunità che si mantiene di fronte ai molteplici omicidi di leader sociali, affidando ai responsabili il compito di gestire le indagini e il dovuto processo giudiziario e di astenersi dal decretare lo stato di agitazione interna, che non è giustificata in quanto I canali di dialogo non sono stati esauriti, e con cui si genererebbero ulteriori violazioni dei diritti umani, poiché tale risorsa potrebbe essere utilizzata per legalizzare azioni autoritarie a favore della guerra da parte del governo, come limitare l'accesso alle telecomunicazioni, limitare la libera circolazione di entrambi informazioni e persone e imporre arbitrariamente autorità e contributi fiscali.

Ci uniamo al popolo colombiano che chiede giustizia sociale e pari opportunità e diritti per tutti con libertà di espressione senza repressione e chiediamo che non cadano in provocazione o si lascino incitare, mantenendo una tattica di protesta non violento, ricordando le parole di Gandhi "La nonviolenza è la forza più grande a disposizione dell'umanità". Allo stesso modo, ci appelliamo al cuore dei militari in modo che prima di obbedire a un ordine ricordino che è il loro fratello ad essere attaccato.

Coloro che sono al potere possono avere a loro disposizione i media, l'apparato militare e il potere economico, ma non avranno mai la nostra coscienza, la nostra fede in un futuro migliore, il nostro spirito combattivo e la nostra unione come popolo latinoamericano.

Firmiamo le seguenti organizzazioni e individui:

Nome dell'organizzazione / persona fisicaPaese
Squadra di coordinamento della Coppa del Mondo senza guerre e senza violenzaMondo globale
Gruppo di Coordinamento Generale delle Marche Mondiali per la Pace e la NonviolenzaMondo globale
Team di Coordinamento Generale della Marcia Latinoamericana Multietnica e Pluriculturale per la Nonviolenza 2021Regionale dell'America Latina
Mondo senza guerre e senza violenza ArgentinaArgentina
Femministe umaniste dell'ArgentinaArgentina
Unique Student Mutual Association of Argentina Argentina
Nahuel TejadaChaco, Argentina
Organizzazione collettiva nazionaleChaco, Argentina
Antonia Palmira SoteloChaco, Argentina
Norma LopezChaco, Argentina
Omar L. RolonChaco, Argentina
Gabriel Luis VignoliChaco, Argentina
Irma Isabel RomeraCórdoba, Argentina
Maria Cristina VergaraCórdoba, Argentina
Veronica AlvarezCórdoba, Argentina
Violeta QuintanaCórdoba, Argentina
Carlos HomerCórdoba, Argentina
Emma Leticia IgnaziCórdoba, Argentina
Edgard Nicolás PerezCórdoba, Argentina
Liliana D 'RollCórdoba, Argentina
Ana Maria Ferreira PayaCórdoba, Argentina
Gisela EtcheverryCórdoba, Argentina
Liliana Moyano CaballeroCórdoba, Argentina
Kornelia HenrichmannCórdoba, Argentina
Celia del Carmen SantamariaCórdoba, Argentina
Maria Rosa LuqueCórdoba, Argentina
Liliana SosaCórdoba, Argentina
Jose Guillermo GuzmanCórdoba, Argentina
Marcello FabroCórdoba, Argentina
Pablo carracedoCórdoba, Argentina
Cesar Osvaldo AlmadaCórdoba, Argentina
Magdalena GimenezCórdoba, Argentina
Hugo Alberto CammarataCórdoba, Argentina
Agustin AltamiraCórdoba, Argentina
UNI.D.HOS (Unione per i diritti umani) CórdobaCórdoba, Argentina
Alba Yolanda RomeraCórdoba, Argentina
Claudia Inés CasasCórdoba, Argentina
Viviana SalgadoCórdoba, Argentina
Victoria ReusaCórdoba, Argentina
Ruth Naomi PomponioCórdoba, Argentina
Gruppo "Cose da donna"Córdoba, Argentina
Alba PonceCórdoba, Argentina
Liliana arnaoCórdoba, Argentina
Comechingón Sanavirón Comunità Territoriale Indigena “Tulián” di CórdobaCórdoba, Argentina
Mariela TuliánCórdoba, Argentina
Fernando Adrián Schule, Segretario generale del Partito Umanista di CórdobaCórdoba, Argentina
Associazione AMAPADEA (Madri e padri per il diritto alla famiglia)Salta, Argentina
Ernest HaluschSalta, Argentina
Yolanda agüeroSalta, Argentina
Carlos Herrando - Partito Umanista di SaltaSalta, Argentina
Mariangela massaTucuman, Argentina
Alcira MelgarejoTucuman, Argentina
Tedesco Gabriel RivarolaTucuman, Argentina
Maria Belén López IglesiasTucuman, Argentina
Javier Walter CacieccioTucuman Argentina
Comunità per lo sviluppo umano BoliviaBolivia
Chakana Humanist Studies CentresBolivia
Femministe umaniste bolivianeBolivia
Mondo senza guerre e senza violenza in ColombiaColombia
Andres SalazarColombia
Henry guevaraBogotá, Colombia
Nuovo umanesimo di BogotàBogotá, Colombia
Cecilia Umaña CruzColombia
Jose Eduardo Virgüez MoraColombia
Mondo senza guerre e senza violenza Costa RicaCostarica
José Rafael Quesada Jiménez, Vice Sindaco del Comune di Montes de Oca, San José Costa RicaCostarica
Giovanny Blanco MataCostarica
Victoria Borbón PinedaCostarica
Carolina Abarca CalderónCostarica
Laura Arias CabreraCostarica
Roxana Lourdes Cedeño SequeiraCostarica
Mauricio Zeledón LealCostarica
Rafael Lopez AlfaroCostarica
Ignacio Navarrete GutierrezCostarica
La Comunità per lo Sviluppo Umano del Costa RicaCostarica
Centro delle Culture del Costa RicaCostarica
Emilia Sibaja AlvarezCostarica
Centro per gli studi umanisti del Costa RicaCostarica
Mondo senza guerre e senza violenza in CileCile
Centro Athelehia per gli studi umanistiCile
Cecilia Flores AvariaCile
Juan Gomez ValdebenitoCile
Juan Guillermo Ossa LagarrigueCile
Paulina Hunt PrechtCile
Centro Culturale e Sportivo Senza FrontiereVillarrica, Cile
Centro Culturale Orange House VillarricaVillarrica, Cile
Mondo senza guerre e senza violenza EcuadorEcuador
Sonia Venegas PazEcuador
Nobodyzhda Díaz MaldonadoEcuador
Pedro Ríos GuayasaminEcuador
Stalin Patricio Jaramillo Peña, Coordinatore dell'Ecuadorian Peace Route (Peace Road)Ecuador
Hope Fernandez MartinezBarcellona, ​​Spagna
Abolizionisti BarcellonaBarcellona, ​​Spagna
Marea Bianca CatalognaCatalogna, Spagna
Francisco Javier Becerra DorcaSpagna
Medita BarcellonaSpagna
Mondo senza guerre e senza violenza GuatemalaGuatemala
Jurgen wilsonGuyana
Iris Dumont FransGuyana
Jean felix LucienHaiti
Abraham_cherenfant AugustinHaiti
Dupuy PierreHaiti
Alex PetitHaiti
Giuseppe bruno MetelusHaiti
ALTROSECILBHaiti
Paul arroldHaiti-Cile
Mondo senza guerre e senza violenza HondurasHonduras
Ingegnere Leonel AyalaHonduras
Angel Andrés ChiessaSan Pedro Sula, Honduras
Mondo senza guerre e senza violenza Biodiversità Nonviolenza Milano BresciaItalia
Mondo senza guerre e senza violenza TriesteItalia
Mondo senza guerre e senza violenza GenovaItalia
Mondo senza guerre e senza violenza Gli argonauti della paceMilano, Italia
Tiziana Volta CormioItalia
Mondo senza guerre e senza violenza Mar Mediterraneo di paceItalia
Victor Manuel Sánchez SánchezMessico
lldefonso Palemón Hernández SilvaMessico
Network of Higher Education and Interculturality in the South-Southeast Border of MexicoMessico
Mondo senza guerre e senza violenza a PanamaPanama
Mondo senza guerre e senza violenza in PerùPerù
César Bejarano PerezPerù
Magdalena Creativa Citizen CollectivePerù
Fernando Silva Rivero di Los Verdes PerùPerù
Stefano Colonna de LeonardisPerù
Jaqueline Mera AlegriaPerù
Mary Ellen Reategui ReyesPerù
Luis MoraPerù
Madeleine Jhon Pozzi ScottPerù
Miguel LozadaPerù
La Comunità per lo Sviluppo del PerùPerù
Attuale umanista pedagogico del Perù (COPEHU)Perù
Centro per gli studi umanisti della nuova civiltàPerù
Erika Fabiola Vicente MelendezPerù
Marco Antonio Montenegro PinoPerù
Doris Pilar Balvin DiazPerù
Cesar Bejarano PerezPerù
Collettiva Cittadina Magdalenas CreativaPerù
Rocio Vila PihuePerù
Luis Guillermo Mora RojasPerù
Mariela Lerzundi Escudero de CorreaPerù
Luis Miguel Lozada MartinezPerù
Rete umanista di ecologia sociale, economia e cambiamenti climaticiPerù
Jose Manuel Correa LorainPerù
Jorge Andreu MorenoPerù
Diana Andreu ReateguiPerù
Fondazione Pangea del PerùPerù
Carlos DragegoriPerù
Orlando van der kooyeSuriname
Rosa Ivonne PapantonakisMontevideo, Uruguay
Rete latinoamericana che cammina per la pace e la nonviolenzaInternazionale
Rete dei popoli nativi del 5 °. Forum umanista latinoamericano Abya YalaRegione dell'America Latina
Shiraigo Silvia Lanche della Native Peoples NetworkRegione dell'America Latina
Rete spirituale: significato della vitaRegione dell'America Latina

7 commenti su "Lettera in solidarietà con il popolo colombiano"

Lascia un commento