Lancio della 2 World March

C'è stato il lancio della 2 World March for Peace and Nonviolence nell'ambiente intimo e storico del Circulo de Bellas Artes de Madrid.

Questo 2 di ottobre di 2019, nel Circolo delle Belle Arti di Madrid, dopo l'inizio simbolico della Marcia mondiale al km 0 della Puerta del Sol, si è svolto al Circolo delle Belle Arti, l'atto ufficiale che ha segnato il suo inizio .

Hanno partecipato diversi oratori in vari panel intervenuti davanti a una partecipazione di alcune persone 200, tutte animate da proiezioni di immagini e video.

Le varie attività svolte negli anni precedenti 3 sono state presentate per prime

La realizzazione di simboli umani di Pace e Nonviolenza nei centri educativi e sportivi Jesús Arguedas (MSGySV Spagna).

Le marce effettuate in Centro e Sud America da Sonia Venegas dall'Ecuador che hanno partecipato ad entrambi.

Il lavoro di sensibilizzazione svolto in Spagna a livello parlamentare sul ruolo che i deputati possono avere per esercitare pressioni sul governo nella firma del Trattato per la proibizione delle armi nucleari - TPAN prodotto da Pedro Arrojo.

E anche la situazione della campagna “Call to the cities” a sostegno del TPAN con impegni presi a livello municipale da Carlos del Pozo e Antonio Pérez del Movimiento Social del Casar (Guadalajara-Spagna).

Ringraziamo il trasferimento di questo video a Juan C. Marín

Quindi sono stati discussi i temi centrali della 2 World March

    • Pedro Arrojo (Premio Goldman) ha sottolineato la situazione di emergenza sociale a causa della questione delle risorse, mentre Paco, di Extinction-Rebellion Spain e Nicolás, di Fridays for Future ha riferito del recente sciopero del clima mondiale e ha invitato con determinazione all'azione Nonviolento come mezzo per esercitare pressioni sui governi contro questa emergenza climatica.
    • Carlos Umaña (ICAN, Premio Nobel per la Pace) è intervenuto attraverso un video dal Costa Rica che illustra l'effettivo rischio attuale di un incidente nucleare, e ha dettagliato la situazione attuale del trattato sul divieto di armi nucleari TPAN, guidato dai paesi 122, firmato da 79 e ratificato da 32, fino a la data Solo 18 manca di ulteriori ratifiche per entrare in vigore nelle Nazioni Unite.
    • Non discriminazione: Carmen Magallón Ha espresso il suo sostegno da parte di WlLPF-Spagna e Marian Galan (Donne che camminano per la pace) ha sottolineato la situazione delle donne in diversi paesi e ha anche fatto un'accusa di donne come custode della Madre Terra.
    • Nonviolenza: Philippe Moal (World Center for Humanist Studies) Affermo che quando c'è violenza c'è una possibilità sistematica di nonviolenza e l'approfondimento della sua etica, i suoi strumenti, i suoi benefici e la sua metodologia di azione, consente di dare risposte coerenti e pertinenti sia personalmente che socialmente.
    • Multilateralismo: un video di Federico Mayor Zaragoza (Culture of Peace Foundation) che porterà a marzo il tema della rifondazione delle Nazioni Unite

Alcuni strumenti sono stati presentati per aiutare a dare più eco alla marcia e al suo approfondimento nella non violenza

Consuelo Fernández (COPEHU) e Philippe Moal (Osservatorio di Noviolencia) ha commentato le loro esperienze nella conduzione di seminari in vari settori (università, biblioteche pubbliche, ecc.).

Nella parte più tecnica, Carlos Rossique presentato un'applicazione per computer per la partecipazione dei cittadini e Antonio Gancedo i diversi mezzi con cui sarebbe stata sostenuta la diffusione della March in the Network.

La sezione cultura e arte non mancava

    • Fran Saure, Editor (Editorial Sauré) informato di un'azione intrapresa lo stesso giorno 2 di ottobre a Bilbao dal suo editore che distribuisce libri illustrati gratuiti al giovane 500 per sensibilizzare sul bullismo.
    • Encarna Salas Ha condiviso la recente esperienza del Festival musico-culturale che è stato organizzato nel quartiere Eva di Madrid.
    • L'attore Alberto Ammann Voleva enfatizzare il ruolo che la cultura può svolgere oltre l'intrattenimento, diventando uno strumento di consapevolezza e riflessione.
Ringraziamo il trasferimento delle immagini a Juan C. Marín e Iban P. Sánchez.

Infine, Rafael de la Rubia ha spiegato il suo principio e il suo viaggio generale

Infine, Rafael de la Rubia (MSGySV) coordinatore della 2 World March, ha spiegato il suo principio e il suo percorso generale, come saranno articolate le molteplici azioni generate nel passaggio del team di base, nonché il suo funzionamento.

Anche se il tempo non ha permesso di entrare nei dettagli delle rotte attraverso ogni continente (compresi l'Artico, l'Antartide e il "Viaggio in barca attraverso il Mediterraneo").

Rafael concluse con una stimolante chiamata a unirsi a quel tentativo:

"... Là all'orizzonte che la nazione umana preme dal futuro ...
Ogni volta che lo fa con più forza ...
Guidare i sensi personali e dare indicazioni alle persone.
Lì ci incontreremo di nuovo e ci riconosceremo tutti come umani"

Come chiusura, Isabel Bueno, da CEIP Núñez de Arenas (Madrid) e Carolina Egüez, di Little Footprints (Italia), ha commentato il processo di gemellaggio tra quella scuola con l'orchestra che trasmette da Torino (Italia) un messaggio di Sabina Colona-Pretti, fondatrice dell'orchestra.

Concludo l'evento con un bellissimo concerto di Musica galattica interpretato da Blue Sea y Joshua Arias; di fronte, una vista panoramica di Madrid illuminata che dà il tocco finale a quel giorno della 2 di ottobre, mentre immagini e saluti da diverse parti del pianeta venivano ancora celebrati per celebrare l'inizio della Marcia Mondiale.

Martine SICARD
Mondo senza guerre e violenza


Apprezziamo il supporto con la diffusione del web e dei social network di 2 World March

Web: https://www.theworldmarch.org
Facebook: https://www.facebook.com/WorldMarch
Twitter: https://twitter.com/worldmarch
Instagram: https://www.instagram.com/world.march/
Youtube: https://www.youtube.com/user/TheWorldMarch

Lascia un commento